Ciao Carlo, ho appena finito di leggere il tuo romanzo "Il Falsario di Reliquie" che ha vinto l'edizione 2015 del difficilissimo torneo Ioscrittore (https://www.ioscrittore.it/ Il che prevede che gli stessi autori leggano e giudichino dieci fra le altre opere in concorso. Vincitore assoluto, hai sbaragliato quasi 4.000 concorrenti. Il tuo è un romanzo che si inserisce in un filone classico, il giallo storico, ma, allo stesso tempo, ha una serie di caratteristiche originali: basato su eventi accaduti realmente, la scrittura volutamente moderna, l'accuratezza della lingua e della ricerca. Tra le righe, poi, si legge una rilettura critica della storia e della contemporaneità. Sono andata troppo oltre?

 

dropdown
LOGOPNG

facebook
twitter
linkedin
instagram

Il Fattore Umano

Il Fattore Umano


facebook
twitter
linkedin
instagram

Powered by Sinecotec Srl -© 2019 Il Fattore Umano. All Rights Reserved - Privacy Policy - FAQ

17/06/2019, 22:13



Come-sopravvivere-(brllantemente)-ad-un-NO


 



   
   
   
   
   
Walt Disney, annoverato tra i principali cineasti del XX secolo e riconosciuto come uno dei padri dei film d’animazione  è stato licenziato dal Kansas City Star nel 1919 perché, secondo il suo editor, "mancava di immaginazione e non aveva buone idee".




Oprah Winfrey,  soprannominata la "Regina di tutti i media", è considerata tra le donne più potenti al mondo. Il suo talk show The Oprah Winfrey Show è stato il programma più quotato del suo genere nella storia, eppure quando era una giornalista serale fu licenziata dal produttore della WJZ-TV di Baltimora perché non riusciva a separare le sue emozioni dalle sue storie. 




Jerry Seinfeld è stato licenziato dopo una cattiva prestazione nel suo ruolo minore nella sitcom Benson. Nessuno gli ha detto che era stato licenziato e lo ha scoperto solo quando si è presentato per un read-through  e ha notato che la sua parte mancava nella sceneggiatura. All’inizio degli anni Novanta però raggiunge il successo con la creazione della sit-com Seinfeld che sarà un enorme successo portando fama e fortuna al protagonista. 




A Elvis, una vera e propria icona culturale, fonte di ispirazione per molti musicisti e interpreti di rock and roll e rockabilly, tanto da meritarsi l’appellativo de il Re del Rock and Roll o The King, dopo uno spettacolo al Grand Ole Opry di Nashville, fu detto dal direttore della sala concerti che sarebbe stato meglio tornare a Memphis e guidare camion (il suo lavoro precedente). 




Steve Jobs è stato licenziato dalla sua stessa compagnia. In seguito è stato il cofondatore di Apple, 
introducendo sul mercato prodotti di successo come Macintosh, iMac, iPod, iPhone e iPad. 




Quando ha finalmente firmato una major discografica, Lady Gaga è stata licenziata solo dopo tre mesi dalla firma.
Ad oggi, globalmente la cantante ha venduto 28 milioni di album e più di 157 milioni di singoli. Durante la sua carriera ha vinto vari premi, tra cui un Premio Oscar per la migliore canzone per il brano Shallow, due Golden Globe, nove Grammy Award, tre BRIT Award e un Premio BAFTA alla migliore colonna sonora (prima artista donna a riceverlo)




Bill Gates lasciò Harvard e iniziò un business con Paul Allen chiamato Traf-O-Data, che fallì. 
Fortunatamente, hanno provato di nuovo e questa volta è nata Microsoft.
Gates si è spesso posizionato in testa alle classifiche degli uomini più ricchi del mondo stilate da Forbes e Bloomberg. 




Albert Einstein non ha parlato fino a quando non aveva quattro anni e non ha letto fino all’età di sette anni. 
Successivamente è stato espulso da scuola e non è stato ammesso al Politecnico di Zurigo. 
Sviluppò la Teoria della relatività, uno dei due pilastri della fisica moderna. 




Quando Marilyn Monroe stava cercando di avviare la sua carriera, le agenzie di modelle le hanno detto 
che avrebbe dovuto prendere in considerazione l’idea di diventare una segretaria. 
Non avrebbero certo potuto sapere che sarebbe diventata un’attrice, cantante, modella e produttrice cinematografica, ricordata come una delle più grandi attrici nella storia del cinema statuinitense.




Steven Spielberg è stato rifiutato tre volte dalla Scuola di Teatro, Cinema e Televisione della University of Southern California. Alla fine fu accettato da un’altra scuola, che poi abbandonò per seguire la regia. 
Nel 2002, Spielberg ha finalmente completato il suo BA e ha vinto due Premi Oscar come miglior regista. 



1
Create a website